Ci prendiamo cura
del tuo sorriso

UNITA' DI CHIRURGIA

“Un intervento di chirurgia orale prevede, per definizione, una soluzione di continuo della barriera mucosa che mette in comunicazione i tessuti profondi con l’ambiente orale, sempre colonizzato da diversi tipi di germi. La penetrazione di germi può esporre al rischio di infezione locale o a distanza.

Obiettivo di una corretta preparazione è quello di minimizzare il rischio di infezione rispettando una serie di norme volte a:
Ridurre il numero di germi presenti nel cavo orale e sui tegumenti esterni dei pazienti;
Impedire l’apporto di germi dall’ambiente esterno attraverso gli operatorio lo strumentario chirurgico.

La percentuale di complicanze infettive è bassa a patto di rispettare i protocolli corretti di preparazione dell’ambiente operatorio, del paziente, dello strumentario e degli operatori.”

(Manuale illustrato di chirurgia orale – Prof. Matteo Chiapasco)

Operatore e assistenti

chirurgia orale
implantologia
cure dentistiche

Presso la nostra struttura prima di ogni intervento tutto il personale presente in sala operatoria segue scrupolosamente il seguente protocollo di preparazione:

  • PREPARAZIONE DELL’AMBIENTE: prevede la detersione e disinfezione delle superfici e la copertura con teli sterili del vassoio su cui si appoggiano gli strumenti chirurgici.
  • PREPARAZIONE DEGLI OPERATORI: prevede l’uso di calzature specifiche, di cuffia, mascherina, occhiali protettivi, camice sterile, guanti sterili e lavaggio chirurgico delle mani.
  • Dopo il lavaggio le mani e gli avambracci vengono risciacquati sotto l’acqua, con l’accortezza di fare defluire il sapone dalle mani agli avambracci, e non in senso contrario,. Le mani e gli avambracci vengono successivamente asciugati con teli sterili.
  • L’operatore indossa quindi il camice sterile e i guanti sterili con l’aiuto di una assistente non sterile: l’ operatore preleva il camice sterile dal kit o dalla busta che lo contiene, toccandone solo le parti periferiche e lo indossa con l’aiuto dell’assistente non sterile che chiude posteriormente il camice con gli appositi legacci. Dopo aver indossato il camice l’operatore indosserà i guanti sterili seguendo la procedura che consente di preservarne la sterilità (Prof. Chiapasco 2006).
  • PREPARAZIONE DELLO STRUMENTARIO: prevede il posizionamento di strumenti sterili su superfici coperte da teli sterili.
  • PREPARAZIONE DEL PAZIENTE: prevede la preparazione della cute priorale del paziente (labbra, guance, mento, collo, piramide nasale) mediante asettici specifici, quali alogeni di cloro e/o iodio, per rimuovere i germi saprofiti della cute e diminuire il rischio di contaminazione del campo operatorio intraorale.
  • Prevede la copertura del il paziente mediante telo a u sterile.
  • CAMPO OPERATORIO: l'operatore e l'assistente lavorano sul paziente utilizzando opportune tecniche a barriera (guanti sterili, mascherina, strumentario sterile, irrigazione sterile), mentre una seconda assistente serve da collegamento con la zona non sterile, per esempio aprendo le confezioni contenenti materiali sterili in modo che il materiale non venga contaminato e che l'altra assistente non debba toccare l'esterno della confezione. L'antisepsi del campo operatorio, ottenuta con sciacqui e applicazioni mediante tampone di soluzioni antimicrobiche, di regola a base di clorexidina, deve essere mantenuta con l'uso di tecniche a barriera: partic. Deve essere disponibile l'attrezzatura per un'irrigazione sterile del campo operatorio durante l'intervento.

Paziente

ambulatorio dentistico
chirurgia odontoiatrica
estrazioni dentali

Ogni infezione del cavo orale deve essere riconosciuta ed eliminata prima della terapia implantare. In particolare, deve essere eliminata l'infezione parodontale. La preparazione del paziente è finalizzata soprattutto a ridurre la carica batterica durante l'intervento.
Sono pertanto raccomandabili: una igiene orale professionale preoperatoria, una accurata antisepsi intra e periorale al momento dell'intervento e la somministrazione di antibiotico in unica dose prima dell'intervento.
L'antisepsi del campo operatorio si effettua almeno facendo tenere in bocca al paziente una soluzione a base di clorexidina allo 0.2% per due minuti. La stessa soluzione, oppure altre soluzioni antisettiche, possono essere poi portate con un tampone direttamente sulla sede implantare e successivamente sul resto delle mucose orali e sulle arcate dentarie e poi sulla cute periorale.
Lo schema di profilassi antibiotica più raccomandato consiste nella somministrazione di 2 grammi di amoxicillina prima dell'intervento, eventualmente associata ad acido clavulanico. Analgesici ed ansiolitici possono essere indicati per ridurre il dolore postoperatorio e l'ansia durante l'intervento.

ODONTOAESTHETICS | 841, Residenza Sassi - 20080 Basiglio (MI) - Italia | P.I. 04346620968 | Tel. +39 02 36549315 | info@odontoaesthetics.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite