PROTOcolli di STERILIZZAZIONE e disinfezione

LA STERILIZZAZIONE

La sterilizzazione è definita come il processo fisico o chimico attraverso il quale vengono distrutte tutte le forme di vita possibili, comprese le spore.

LA NORMA EN 556 STABILISCE IL LIVELLO DI SICUREZZA DI STERILITÀ (STERILITY ASSURANCE LEVEL) CHE DEVE CORRISPONDERE ALLA PROBABILITÀ INFERIORE A 1 SU 1 MILIONE (SAL 10-6) DI TROVARE UN MICRORGANISMO SOPRAVVIVENTE ALL’INTERNO DI UN LOTTO DI STERILIZZAZIONE.

PERCHE’ STERILIZZARE?

  • Per evitare il rischio di infezioni: quando si attuano terapie e cure invasive, con diretto contatto con sangue e materiale organico, le infezioni crociate possono essere frequenti.
  • Per tutelare la propria salute, quella dei collaboratori e dei pazienti: la tutela degli operatori e dei pazienti è un obbligo giuridico e deontologico a cui tutti i professionisti si devono attenere.

LE DOMANDE PIU' FREQUENTI

L’AUTOCLAVE È OBBLIGATORIA IN UNO STUDIO MEDICO-ODONTOIATRICO?
L’ autoclave è oggi l’unico strumento in grado di garantire una sterilizzazione ambulatoriale sicura su tutti i materiali, inoltre permette di certificare il processo e garantire massima flessibilità operativa.

L’AUTOCLAVE È UN DISPOSITIVO OBBLIGATORIO E INDISPENSABILE PER OGNI STUDIO imposto dal D.Lgs 81/2008 dal codice civile e penale che obbliga in modo chiaro e specifico di adottare procedure, protocolli e apparecchiature adeguate.

IN UNO STUDIO MEDICO-ODONTOIATRICO È OBBLIGATORIA L’AUTOCLAVE CHE STERILIZZA CARICHI DI TIPO B?

La nuova norma EN 13060 classifica carichi e materiali, ed impone che ogni professionista adotti una autoclave adeguata a sterilizzare i carichi di sua pertinenza.

PER UN ODONTOIATRA VI È OBBLIGO DI AVERE AUTOCLAVI CHE STERILIZZANO CARICHI DI TIPO B, in quanto devono sterilizzare, oltre a tutto lo strumentario anche strumentario rotante come manipoli e turbine.

disinfezione, le nuove frontiere:

In molte strutture odontoiatriche si svolgono le comuni procedure di sterilizzazione dello strumentario in autoclave, ma meno frequentemente vengono applicati adeguati protocolli di disinfezione e sanitizzazione delle superfici di lavoro.

Durante le terapie medico sanitarie infatti vengono inevitabilmente contaminate le aree adiacenti al paziente ed alla zona operativa, come riuniti, maniglie, ripiani, luci, bacinelle etc.

Le procedure di disinfezione richiedono passaggi operativi precisi e corretti, l’individuazione di tutte le superfici potenzialmente contaminate, l’utilizzo di prodotti corretti in miscele adeguate e tempi di applicazione sufficienti a garantire la totale eliminazione dei microorganismi patogeni.

Anche nelle strutture igienicamente più attente però i prodotti professionali comunemente utilizzati contengono sostanze disinfettanti volatili, a base principalmente di alcool, aldeidi e fenoli, che richiedono tempi di azione di vari minuti, spesso non completamente efficaci contro i microorganismi più resistenti, in particolare le spore, e che possono risultare tossici se ingeriti o inalati, sia dal personale sia dai pazienti (evenienza piuttosto comune nei trattamenti all’ interno del cavo orale).

Anche in questo ambito Odontoaesthetics ha compiuto un passo avanti: presso il nostro centro infatti, oltre all’applicazione di protocolli di disinfezione rigidi ed accurati, viene utilizzata una nuova ed innovativa generazione di disinfettanti professionali totalmente atossici ed efficaci in pochi secondi su ogni tipo di microrganismo patogeno, batterico, virale e micotico, spore comprese.

STERILIZZAZIONE E DISINFEZIONE

Nuove forme infettive, batteri sempre più resistenti ai comuni antimicrobici, l’utilizzo di prodotti tossici per l’uomo e per l’ambiente, hanno spinto un’azienda leader del settore a condurre delle ricerche nei propri laboratori in Svizzera arrivando a scoprire ed approntare una nuova tecnologia, denominata bHP (boosted Hydrogen Peroxide), portando alla luce una nuova generazione di prodotti professionali.

Questa nuova generazione di disinfettanti agisce in pochi secondi grazie al perossido di idrogeno modificato a livello molecolare, risultando efficacie contro tutti i microorganismi comprese le spore e risultando totalmente volatile (esso si scompone in acqua, idrogeno e ossigeno) consentendone l’utilizzo senza alcuna tossicità per l’uomo e per l’ambiente.

DISINFEZIONE: LE NUOVE FRONTIERE

Share by: